Pile Energizer EcoAdvanced

Pile Energizer EcoAdvanced

"Portare energia positiva nel mondo": la missione di un supereroe? No!

È il sogno di una grande azienda che lavora per un futuro con meno rifiuti, in cui il riciclaggio possa diventare un’abitudine.

Eh sì, perché Energizer mette al centro dei suoi progetti la persona e il bene del pianeta grazie a innovazioni, grandi progetti e responsabilità.

Un modo per riciclare i materiali di batterie esauste fino a qualche mese fa non era mai esistito: Energizer EcoAdvanced è la prima pila stilo prodotta col 4% di pile riciclate ed è solo l’ultima di una lunga serie di invenzioni dell’azienda ormai presente in oltre 160 Paesi del mondo.

Creata nell’aprile 2016 nei laboratori di Milano, Energizer EcoAdvanced è l’unica pila AA e AAA che racchiude in sé grandi prestazioni e lunga durata, in modo da ridurre l’impatto ambientale. Volete sapere in che modo è possibile tutto ciò? Nessun miracolo, ecco qua:

- richiede meno estrazione di materie prime durante il processo di produzione;

- riduce la quantità di batterie necessarie ai consumatori per alimentare i propri device come telecomando, orologio a muro e sveglia;

- contribuisce a diminuire la produzione di rifiuti: di media ognuno di noi utilizza 8 pile l’anno, delle quali solo 2 vengono correttamente riciclate.

Sembrava impossibile per gli esperti poter creare una pila altamente performante con batterie esauste, finchè durante una visita ad un impianto di riciclaggio di batterie, alcuni dirigenti di Energizer partorirono l’idea.

Notarono che alcune pile riciclate venivano utilizzate in diversi settori, come nelle opere di ristrutturazione stradale, ma non erano mai state usate per produrre… nuove batterie! Incredibile vero?

Dopo 7 anni di studi e ricerche, la sfida è stata vinta: gli scienziati hanno perfezionato un processo di ultima generazione con il quale si possano recuperare dalle pile esauste i costituenti attivi, cioè zinco e manganese, materiali destinati al reimpiego, per dar vita alle nuovissime Energizer EcoAdvanced.

L’azienda annuncia che questo è solo l’inizio dei primati in quanto ad ecosostenibilità e riciclo delle batterie. L’obiettivo è arrivare entro il 2025 al 40% di materiale riciclato in ogni singola pila.

Essere all’avanguardia è un’abitudine da sempre: pensate che nel 1896 Energizer inventò la prima batteria al mondo per uso domestico! Inizialmente concepita per alimentare i telefoni di casa, pesava circa 1 kg e mezzo, leggermente di più rispetto alle moderne batterie. Due anni dopo ecco l’invenzione della prima torcia, seguita dalla batteria a più lunga durata al mondo e dalla prima batteria da orologio di sempre.

Soluzioni efficaci per un mondo in continuo movimento basato su tecnologia e connettività!

Maria