Cromoterapia, l'arcobaleno a casa tua

Cromoterapia, l'arcobaleno a casa tua

Cromodieta, cromopuntura, cromoterapia: lo studio del colore non conosce frontiere e sono sempre di più gli ambiti in cui ci si ispira a questa neoscienza per migliorare alcuni aspetti della quotidianità.

La cromoterapia è una tecnica che affonda le sue radici nel passato remoto e nonostante le pagine di storia ne parlino (Egizi, Greci e Romani per primi hanno integrato la medicina tradizionale con altre discipline che studiavano gli effetti della luce sul corpo umano), suscita ancora diffidenza e scetticismo. Pur non essendo ufficialmente riconosciuta, la cromoterapia negli ultimi anni è tornata alla ribalta grazie a studi scientifici che l’hanno collegata agli effetti benefici sui sistemi metabolico, immunitario e nervoso. I colori possono essere assorbiti dal nostro corpo attraverso irradiazioni luminose, alimenti, luce solare, meditazione e massaggi, acqua solarizzata e persino attraverso gli abiti. Le medicine tradizionali hanno sempre attribuito una grande importanza all’influenza dei colori sul benessere della persona, sostenendo che anche lo stato d’animo può esserne influenzato.

Agli ambienti interni, nello specifico alle pareti domestiche, è affidato il compito di determinare la buona riuscita della nostra giornata dal primo momento che apriamo gli occhi e guardiamo il soffitto della nostra camera. In base alle loro proprietà, tutti i colori dell’arcobaleno possono aiutare a trasformare lo spazio ampliandolo e rendendolo più accogliente e facendolo diventare il “luogo ideale”.I toni del rosso, con la loro energia calda ricordano il fuoco e la madre terra, donano forza e vitalità: possono essere utilizzati in camera da letto. Spugnato insieme al rosa direttamente sulla parete o abbinato ad elementi di arredo dai toni pastello, il rosso potrebbe essere il colore giusto da vedere di prima mattina. Per ampliare gli spazi angusti come stretti corridoi, lavanderie o mansarde basterà invece utilizzare colori chiarissimi. Il bianco affiancato ad ampie vetrate amplifica l’effetto della luce; da sporcare con una punta di azzurro, verde o rosa, colori che trasmettono serenità e vitalità.                                                                      

Giallo? Le prime emozioni che ci invadono sono quelle di calore e luce solare, di allegria ed entusiasmo: perfetto in una stanza da illuminare come il salotto, primo biglietto da visita di ogni abitazione. Il verde, colore dell’equilibrio per eccellenza, è ottimo per spezzare la monotonia delle pareti, anche attraverso stencil e piccoli disegni dipinti a mano; riposa la vista, ma attenti a non scegliere tonalità troppo scure o fluorescenti.

Non può mancare infine il colore più rilassante e calmante dello spettro luminoso: il blu si conferma uno tra i colori più utilizzati per creare un personale angolo di cielo.

Impossibile sbagliare, non abbiate paura di aprire le vostre porte al colore!

                                                                                                                                             

Maria